COSA VISITARE A MATERA: LA CATTEDRALE

La Cattedrale di Matera risale al XII secolo e sorge sui resti dell’antico monastero benedettino di Sant’Eustachio. La Cattedrale è dedicata alla Madonna della Bruna e a Sant’Eustachio, protettori della città. La facciata dell’edificio, presenta un portale riccamente decorato, sopra il quale si trova la statua della Madonna della Bruna e un imponente rosone di 16 raggi, sormontato a sua volta dall’Arcangelo Michele. La torre campanaria è alta 52 metri. L’interno, rimaneggiato in epoca barocca, è a croce latina con tre navate separate da colonne con capitelli medioevali. Oltre al celeberrimo presepe di pietra realizzato nel 1534 da Altobello Persio, la basilica conserva numerosi tesori tra cui: un affresco bizantino raffigurante la Madonna della Bruna con Bambino, opera del “Maestro della Bruna”, forse Rinaldo da Taranto (XIII secolo), il “Giudizio Universale”, frammenti di un ciclo di affreschi di cui restano l’Inferno e parte del Purgatorio (XIII e XIV secolo), scoperti in seguito ad alcuni lavori di restauro, il bellissimo coro ligneo minuziosamente scolpito nel 1453 da Giovanni Tantino, e sull’altare maggiore la grande pala “ Vergine con Bambino e Santi” eseguita da Fabrizio Santafede (1580).